Presidenza del Consiglio dei Ministri: il Commissario Figliuolo ha disposto la ripartizione di 250 unità di personale per il rafforzamento delle capacità amministrative degli enti locali nelle regioni Emilia Romagna, Toscana e Marche

ROMA. Il Commissario straordinario alla ricostruzione, Generale Francesco Paolo Figliuolo, in relazione ai nuovi e ulteriori compiti istituzionali che sono stati attribuiti agli enti locali compresi nei territori delle Regioni Emilia Romagna, Toscana e Marche, per effetto degli eventi calamitosi, ha disposto la ripartizione di personale, con professionalità di tipo tecnico o amministrativo, per il rafforzamento delle capacità amministrative degli enti locali nei territori delle regioni.

Così ripartiti: Emilia-Romagna 6 dirigenti, 142 funzionari e 68 istruttori; Toscana 7 funzionari e 3 istruttori; Marche 15 funzionari e 9 istruttori.

Il Commissario straordinario alla ricostruzione, Generale Francesco Paolo Figliuolo

Il quadro normativo di riferimento è previsto dall’articolo 20-septies, comma 8-bis, del decreto-legge 1° giugno 2023, n. 61, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2023, n. 100, che ha autorizzato l’assunzione a tempo determinato, per un periodo non superiore a ventiquattro mesi, mediante lo scorrimento delle graduatorie vigenti di concorsi già banditi, di un numero massimo di 250 unità di personale con professionalità di tipo tecnico o amministrativo, per assicurare il rafforzamento della capacità amministrativa degli enti locali compresi nei territori delle regioni Emilia-Romagna, Toscana e Marche.

A tal fine è stata autorizzata la spesa di 2.859.500 euro per il 2023, di 11.438.000 euro per il 2024 e di 8.578.500 euro per il 2025.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore