Siria, Deir Ezzor è libera dalle milizie dell’ISIS. Un’operazione militare guidata dal Generale Hasan “la Tigre”

Damasco. Le autorità siriane hanno confermato, oggi, la liberazione totale di Deir Ezzor, la città a Nord Est del Paese, dalle milizie jihadiste dell’ISIS.

Un momento della battaglia per riprendere Deir Ezzor

La televisione ufficiale che ha citato fonti militari che l’Esercito siriano ha ucciso molti estremisti e distrutto  armi e equipaggiamento. I soldati stanno, ora, ripulendo la zona da mine e fa opere esplosive lasciate dai jihadisti in fuga.

Quasi tutta la città era sotto il controllo jihadista dal luglio 2014, esclusi alcuni distretti e l’aeroporto militare, che sono restate in mano dei siriani.

L’offensiva dell’Esercito di Damasco era iniziata a settembre scorso al comando del Generale Suheil Hasan, detto la “Tigre” che, alla fine del 2016, aveva condotto la campagna militare ad Aleppo.

Malgrado i successi militari di Damasco restano però ancora alcune sacche di resistenza jihadiste a Sud ed ad Est della provincia di Deir Ezzor.

Dopo questa disfatta, i miliziani dell’ISIS hanno perso uno dei più importanti bastioni in Siria insieme a Raqqa. La quale è stata liberata dai miliziani jihadisti lo scorso 17 ottobre dalle Forze siriane democratiche, un’alleanza armata guidata dalle milizie curde con l’appoggio statunitense.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore