UCRAINA: IL CAPO DI SMD, GENERALE CLAUDIO GRAZIANO, IN VISITA UFFICIALE A KIEV. POSSIBILI COLLABORAZIONI FUTURE TRA LE FORZE ARMATE DEI DUE PAESI

Kiev. Nella sua visita in Ucraina il capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano in Ucraina ha incontrato il comandante in Capo delle Forze Armate dell’Ucraina, Generale Viktor Muzhenko ed, accompagnato dall’ambasciatore italiano, Davide La Cecilia, il vice ministro della Difesa per l’Integrazione Europea Generale Anatolii Petrenko.

Il picchetto d’onore delle Forze Armate ucraine

E’ il primo viaggio istituzionale che il Generale Graziano ha fatto fa in questo Paese ed è stato un’occasione per fare il punto di situazione della cooperazione bilaterale tra le Forze armate dei due Paesi e per sottolineare l’impegno dell’Italia nel mantenere alto il livello della collaborazione pur nell’attuale congiuntura internazionale di difficoltà economiche e di profondi mutamenti geostrategici.

Un momento degli incontri bilaterali

Durante i colloqui con il vice ministro Petrenko, il Generale Graziano ha sottolineato come la cooperazione nel settore della difesa e della sicurezza assuma particolare rilevanza, specialmente in un momento nel quale viviamo “una situazione di profonda instabilità e dobbiamo affrontare crisi complesse, multidisciplinari e globali che necessariamente devono coinvolgere tutti gli attori della comunità internazionale”.

Il vice ministro Generale Anatolii Petrenko

“È estremamente importante – ha continuato il Capo di Stato Maggiore della Difesa – instaurare un’interazione diretta, avere uno scambio franco e aperto di idee e punti di vista sul mondo in cui viviamo. In questo scenario, la Difesa italiana è davvero soddisfatta della qualità della cooperazione con l’Ucraina, considerata un attore chiave nell’area e un Paese che ha un ruolo fondamentale nel processo di stabilizzazione dell’intera regione”.

Al centro dei colloqui con il Generale Muzhenko la situazione geostrategica di comune interesse e possibili ambiti futuri di collaborazione tecnica-militare tra le Forze Armate italiane ed ucraine.

Il capo delle Forze Armate italiane ha, infine, espresso grande apprezzamento per gli sforzi condotti dall’Ucraina nel processo riformatore delle Forze Armate e il suo incoraggiamento nel proseguire lungo la strada tracciata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore