Carabinieri: nel golfo dell’isola di Ischia scoperta un’attività di pesca subacquea di frodo. Tre denunce

Ischia (Napoli). I Carabinieri hanno effettuato controlli in mare, pattugliando il golfo dell’isola, con particolare attenzione alle aree marine protette.

E’ stato fondamentale per l’attività la collaborazione del Nucleo Subacquei di Napoli.

L’intervento dei Carabinieri subacquei

E proprio nel “regno di Nettuno”, parco marino soggetto a tutela, i militari della Compagnia di Ischia hanno denunciato 3 subacquei per pesca di frodo.

Sono stati sequestrati 4 fucili insieme a 18 aste in acciaio. Numerose le reti illegalmente piazzate sott’acqua e potenzialmente dannose anche per la flora marina.

Sono state notificate 6 sanzioni amministrative a 2 centri di immersione attivi sull’isola per violazione della normativa che regola le immersioni in aree protette.

Undici, invece, le contravvenzioni elevate ad altrettanti natanti per velocità sotto costa oltre i limiti consentiti, mancanza di documenti di bordo, assenza di dotazioni di sicurezza e mancanza di autorizzazione all’ancoraggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore