Cyber sicurezza: ACN e CERTFin firmano accordo per il settore finanziario italiano. Rafforzare la capacità di prevenzione, protezione e risposta alle minacce e agli attacchi

ROMA. Il direttore generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Roberto Baldoni, e il co- presidente del CERTFin (Computer Emergency Response Team) del settore finanziario italiano, Pierfrancesco Gaggi, vice direttore generale di ABI (Associazione bancaria italiana) hanno sottoscritto, oggi, un protocollo d’intesa per consolidare la collaborazione per la sicurezza informatica del settore finanziario italiano.

Roberto Baldoni, direttore generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

L’accordo intende rafforzare la capacità di prevenzione, protezione e risposta alle minacce e agli attacchi cibernetici, sviluppando la cybersicurezza del settore finanziario italiano attraverso le leve abilitanti della cooperazione pubblico-privato – anche facendo perno sull’esperienza del CERTFin – e della cultura della sicurezza.

Il protocollo è in linea con gli obiettivi fissati dalla Strategia nazionale di cybersicurezza 2022-2026 e tiene conto della sempre maggiore digitalizzazione del settore finanziario italiano, da un lato, e della crescente diffusione degli attacchi cibernetici dall’altro.

Il protocollo è in linea con gli obiettivi fissati dalla Strategia nazionale di cybersicurezza 2022-2026

Per il raggiungimento degli obiettivi comuni, ACN e CERTFin rafforzeranno il dialogo e la condivisione di dati, di indagini e analisi statistiche sullo stato e sull’evoluzione delle minacce cyber e lo scambio di tutte le informazioni utili a prevenire e contrastare gli incidenti cyber, nonché di studi e rapporti dedicati a tecniche, tattiche, procedure di attacco e tecnologie di prevenzione e protezione dalle minacce cyber.

L’accordo prevede una sempre più intensa collaborazione anche sul fronte della sensibilizzazione di utenti e imprese sui temi della cybersicurezza, attraverso la realizzazione di campagne di comunicazione dedicate, e su quello dello svolgimento di esercitazioni e simulazioni, finalizzate a potenziare le capacità di prevenzione e reazione agli incidenti informatici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore