Il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Vicanolo ha assunto oggi la carica di Comandante in Seconda della Guardia di Finanza

Di Fabio Mattei e Michele Toschi

Roma. Si è svolta oggi presso la caserma “Piave”, sede del Comando Generale della Guardia di Finanza, la cerimonia di avvicendamento alla carica di Comandante in Seconda tra il cedente, Gen. C.A. Edoardo Valente, il subentrante Gen. C.A. Giuseppe Vicanolo.

Alla sobria ma solenne cerimonia – svoltasi nel rigoroso rispetto delle attuali norme volte al contenimento della diffusione epidemiologica da COVID-19 – erano presenti il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana, unitamente agli altri vertici del Corpo e ad una contenuta rappresentanza di Ufficiali, Ispettori, Sottufficiali, Appuntati e Finanzieri in servizio presso lo Stato Maggiore.

A nome di tutte le fiamme gialle, il Comandante Generale ha voluto rivolgere parole di sincero ringraziamento e di vivo apprezzamento per l’opera prestata dal Generale Valente nel biennio in cui ha ricoperto la seconda carica nella storica caserma romana di Viale XXI Aprile; due anni contraddistinti da un’intensa attività di comando nei quali il Gen. Valente ha saputo fornire tutta la sua straordinaria competenza, soprattutto in momenti caratterizzati dalla grave crisi sanitaria che il Paese con le sue Istituzioni ha affrontato e sta ancora affrontando.

Un ringraziamento che la massima carica del Corpo ha altresì unito ad un forte augurio per il prestigioso incarico che il Gen. Valente andrà ora a ricoprire.

Cambio di comando

Calorosi auguri di buon lavoro che sono stati poi rivolti al nuovo Comandante in Seconda, per la nuova e certamente difficile sfida professionale che il Gen. C.A. Vicanolo si accinge da subito ad affrontare con l’impegno ed il rigore che da sempre lo contraddistinguono.

Quella di Viale XXI Aprile è peraltro una destinazione di servizio che il Generale Vicanolo ben conosce, avendo già ricoperto in quella stessa sede importanti incarichi di Stato Maggiore; incarichi ai quali se ne sono nel tempo aggiunti altri – tutti di primissimo piano – come quelli di Comandante Regionale Toscana e di Comandante Regionale Puglia nonché, nel grado vertice, di Comandante Interregionale dell’Italia Sud-Occidentale, di Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Orientale e di Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Occidentale.

Il Generale Vicanolo, originario di Nardò (LE), ha 61 anni ed è sposato con due figli.

Vanta tre diverse lauree (giurisprudenza, scienze della sicurezza economico finanziaria, scienze politiche), nonché numerosi riconoscimenti ed onorificenze tra le quali spiccano quelle di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, la Medaglia d’Oro al Merito di lungo comando e la Medaglia Mauriziana per dieci lustri di carriera militare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore