Taiwan: gli USA forniscono armi all’isola. Durissime proteste cinesi

Pechino. Proteste diplomatiche cinesi sono state rivolte, oggi, all’Amministrazione Biden per l’approvazione, da parte di Washington, della consegna di armi a Taiwan per un importo di 95 milioni di dollari e per aver aiutato Taipei a dotarsi di sistemi missilistici terra-aria Patriot (SAM).

La mappa di Taiwan

Lo ha riferito il Ministero della Difesa di Pechino..

“Gli americani – si legge nel messaggio – forniranno anche specialisti per i suoi Patriot SAM”.

Un missile Patriot in fase di lancio

Per la Cina tali azioni di Washington sono da considerarsi “una grave violazione degli accordi, nonché una grave interferenza negli affari interni” del Paese asiatico.

“Difenderemo risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale del nostro Paese”, prosegue il messaggio.

Un reparto di soldati cinesi in parata

Pechino è allarmata per la cooperazione militare e tecnica tra Washington e Taipei.

Le autorità cinesi ribadiscono periodicamente alla Casa Bianca la necessità di osservare la politica “One China”.

Taiwan è governata da una sua amministrazione locale dal 1949, ma Pechino considera l’isola una delle sue province.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore